Progetto lettura

Presentazione

L’educazione alla lettura è un tema che sta a cuore a insegnanti, genitori, bibliotecari, perché troppo spesso i ragazzi non leggono o leggono poco. Il progetto lettura è articolato in quattro moduli, autonomi ma collegati tra loro. L’intento è quello di creare una progettualità unitaria che coinvolga oltre ai bambini anche i due soggetti che hanno la grande responsabilità di educarlo: la famiglia e la scuola. Il progetto prevede momenti che l’operatore attuerà in classe, momenti rivolti ai genitori, nell’ottica di una educazione permanente e momenti rivolti agli insegnanti, con l’intento di percorrere insieme un sentiero di formazione che, sempre sotto forma di stimolo e mai di ricetta, possa fornire gli strumenti necessari per confrontarsi quotidianamente con il mondo bambino.

Finalità generali del progetto

  • Contribuire allo sviluppo armonico della personalità del bambino
  • Favorire nei bambini/ragazzi il piacere della lettura, dell’ascolto attivo, della scoperta
  • Sensibilizzare i bambini/ragazzi nei confronti del libro, inteso come oggetto fisico e culturale, ma anche come strumento di gioco e comunicazione
  • Favorire un approccio emozionale con la lettura
  • Promuovere lo star bene a scuola
  • Prevenire la dispersione scolastica e il disagio giovanile (così come prevede la C.M. 362 del 22/12/92 Attività di prevenzione e di educazione alla salute)

1. Letture animate

Il modulo uno si propone, utilizzando il gioco e l’affascinazione, di avvicinare i ragazzi alla lettura. Le letture fatte in biblioteca o all’interno della scuola, permetteranno ai ragazzi il riconoscimento di quella struttura come un importante punto di riferimento dove incontrarsi, raccontarsi, ascoltare storie. Il percorso sarà sviluppato in due momenti: il primo è dedicato all’ascolto attivo. Un attore leggerà un racconto su un tema precedentemente scelto con le insegnanti. Seguirà un gioco attraverso il quale i ragazzi scopriranno come la lettura a voce alta sia un percorso assolutamente personale e legato alla propria sensibilità. Durante questa fase si approfondiranno l’uso delle pause, il respiro, l’uso della voce, l’interpretazione, mentre con i bambini più piccoli delle materne si faranno dei giochi più legati al ritmo e all’animazione; il secondo momento prevede la partecipazione attiva dei ragazzi. I ragazzi sceglieranno un frammento all’interno del racconto letto e si affronterà la lettura come possibilità di comunicazione individuale e collettiva. Ogni ragazzo sperimenterà la sua capacità di affascinare e di essere affascinato, partecipando a un evento che richiede sia l’ascolto che la proposta. Su richiesta è possibile avere l’elenco completo delle letture che la compagnia ha in repertorio.

2. Laboratorio di lettura nelle classi

Il modulo due si articola in cinque incontri di due ore ciascuno. Il conduttore provvederà a portare in classe la cassetta degli attrezzi, cioè il materiale necessario per la realizzazione del laboratorio (in questo caso è costituito prevalentemente da libri). Tale materiale, terminato l’incontro, non potrà essere lasciato, per ovvie ragioni organizzative, a disposizione dei ragazzi. Sarà però uno stimolo in più per avvicinarsi al libro, toccarlo, sfogliarlo, per poi progettare e costruire biblioteche di classe e altro. I cinque incontri hanno il seguente ordine: Il libro: questo sconosciuto. Primo approccio con il libro da leggere; Formazione del gruppo; Il rito e il piacere della lettura; Itinerario di conversazioni su un tema concordato precedentemente con l’insegnante; Ricerca e confronto di personaggi tratti da racconti, romanzi, poesie sul tema scelto; Giochi e sperimentazioni individuali di lettura.

3. Formazione docenti

Il modulo tre consiste in un percorso di formazione per docenti e si articola in cinque incontri di due ore e scaturisce dall’esigenza di approfondire alcune tematiche legate sia alla promozione della lettura che all’approfondimento disciplinare della letteratura infantile e giovanile. La finalità è quella di rimodulare la relazione educativa, dalla figura del docente che a scuola spiega, istruisce e valuta a una nuova figura che orienta, consiglia, 'abita' un libro per creare motivazioni, interessi e aprire nuovi canali di comunicazione con i suoi alunni. Trovare un metodo, delle strategie ludiche, scegliere i libri adatti, conoscere le varie attività che si possono realizzare a partire da un libro, sono alcuni degli argomenti trattati in questo percorso. I cinque incontri hanno il seguente ordine: La letteratura per l’infanzia: panorama generale, riviste specializzate, mostre, fiere; Animazione alla lettura: come e perché; Giochi di animazione alla lettura da fare con i ragazzi; Percorsi di lettura su alcune tematiche; Strategie di lettura.

4. Giochiamo a fare un libro

Il quarto modulo consiste nell'inventare una storia, raccontarla, illustrarla e si articola in quattro incontri di due ore ciascuno. I bambini inventano una storia, ne costruiscono l’intreccio, manipolano i diversi materiali (carta, lana, fiori secchi, stoffa): tagliano, piegano, incollano, scompongono, sviluppano, colorano disegnano e tracciano segni, fino a costruire libri tridimensionali di diverse dimensioni. La lettura si trasforma così in un gioco creativo e coinvolgente. I quattro incontri hanno il seguente ordine: Inventiamo una storia; Costruiamo una storia; Scegliamo i materiali; Costruiamo insieme.

La compagnia provvederà a fornire le copertine di cartone per la costruzione del libro tridimensionale. Alla scuola sono richiesti carta, colori e altro materiale di riciclo.