Cibo universale

Con M.R. Messina, G. Putzolu.

Tre ragazzi della scuola media Montedisotto partecipano e vincono un importante concorso indetto dalla comunità europea. I ragazzi diventeranno ambasciatori della comunità stessa, in un viaggio che toccherà, partendo dall'Italia, le maggiori capitali che hanno originato le culture fondamentali per lo sviluppo della nostra civiltà contemporanea. Purtroppo l'insegnante che doveva accompagnare i ragazzi nel viaggio, essendo precaria è stata trasferita! Ma nessun problema, il ministro si rende disponibile ad accompagnare i ragazzi! Dopo un primo momento di terrore tutto sembra risolversi al meglio. Purtroppo, quando i ragazzi si avviano in stazione, il governo cade... e con lui, naturalmente, anche il ministro! I ragazzi, alla stazione da cui devono partire, quindi non lo trovano. I tre, pensando che il ministro li stia aspettando sul treno, salgono sul vagone che poi parte regolarmente per Barcellona. Barcellona sarà solo la prima tappa di un viaggio che li porterà in Egitto e, infine, in Grecia. Da questo momento in poi, i ragazzi, in un viaggio avventuroso e ricco di esperienze, matureranno una serie di incontri che li aiuterà a considerare l'Europa e il bacino mediterraneo la loro casa. Attraverso questa esperienza gioiosa i ragazzi entreranno in contatto con le radici della nostra cultura. Attraverso il cibo, gli odori e le diverse lingue, i ragazzi capiranno l'importanza della conoscenza, il viaggio come superamento dei confini, mentali e territoriali. Il senso di appartenenza ad un processo importante come la formazione d'Europa, in quanto comunità riconosciuta.

L'uomo è un animale di gruppo, si associa in comunità attorno ai luoghi ricchi d'acqua o la dove ci sono possibilità migliori di prosperità, di cibo, di benessere. Tutte le civiltà umane si sono sviluppate attorno a questi elementi e rispondono a queste esigenze che hanno sviluppato riti, anche nuovi, e culture che, ancora oggi, seppur mascherati dalla modernità, resistono. I viaggiatori da sempre, hanno connotato e aperto la strada ai legami fra popoli, all'integrazione, all'arrichimento e allo sviluppo di ogni forma di aggregazione umana. Con questo spettacolo cerchiamo di affrontare questo straordinario tema. Il bisogno dell'uomo di soddisfare queste esigenze senza passare attraverso lo strumentro primitivo della guerra. La formazione di stati-comunità, sempre più grandi fa parte di questo passaggio complesso, della sfida dell'uomo contemporaneo, che, contradditoriamente fatica a riconoscere, far parte di un unica famiglia umana!

IMG 1999
IMG 2001
IMG 2014
IMG 2046
IMG 2053
IMG 2078